Uia di Mondrone : mt.2964  - E' una bella e attraente piramide sulla cresta spartiacque tra la Valle d'Ala e la Val Grande,montagna notevole se non per l'altezza,certamente per aspetto,isolamento,ed interesse alpinistico,cosi è descritta nella Guida ai Monti d'Italia  "Alpi Graie meridionali"  del Club Alpino Italiano.che continua specificando,Uja in dialetto locale vuole dire ago,nelle Valli di Lanzo sta ad indicare una montagna appuntita,e nessuna altra montagna della zona merita lìappellativo di Uja,quanto l'Uja di Mondrone,slanciata ed isolata,ed è la sola che  dagli alpinisti venga chiamata Uja senza farne seguire il nome del paese che sovrasta.Topograficamente  l'Uja si presenta come una piramide abbastanza rettangolare,con quattro facce e quattro creste,vista poi da Ala essa si presenta come una roccia accuminata e selvaggia (la roccia è un serpentino color ruggine in genere molto solida e sicura)
La prima ascensione è opera di A.Tonini ,topografoco nel 1857,per il versante sud da Balme
La prima ascensione invernale  è del 24/12/1874 sempre da Balme ad opera di Martelli,Vaccarone e la guida Castagneri.
La via normale di salita è per il versante Sud-Est da Mondrone,o per il versante Ovest-sud-ovest da Balme,  vi sono poi innumerevoli vie con difficoltà crescenti sino ad arrivare a quella dal Passo dell'Ometto-nord-ovest(con difficoltà che non superano il III° grado) per finire alle varie vie sulla  parete Nord,tra cui si ricorda  quella  classica di Rosenkrantz con difficolà di IV° grado

INDIETRO