Al Signor Sindaco del Comune di Ala di Stura

        L'estate sta finendo! E' quindi tempo di bilanci,cosa che i frazionisti di Mondrone intendono fare sottoponendo all'amministrazione comunale alcune delle tante mancanze di attenzione dimostrate .
Partendo dalla convinzione maturata nel corso degli anni che "Ala si ferma sulla piazza di Ala"e al più alle zone limitrofe  e ricordando che una buona parte degli introiti del bilancio comunale derivano dalle frazioni (seconde case),elenchiamo di seguito alcuni punti di particolare rilevanza e che denotano una crescente indifferenza da parte del Comune.
-
Taglio erba: la piazza della Chiesa non ha visto il taglio dell'erba nemmeno una volta in tutto l'estate se non da parte di volontari "nostrani". Ci si chiede a cosa servano i fiori se poi non vi è un minimo di manutenzione per il resto. (foto  A)
Il taglio dell'erba non è solo un abbellimento ma se attuato regolarmente anche lungo il Rio della Chiesa darebbe la possibilità di aumentare il numero dei parcheggi (naturalmente si potrebbe ovviare asfaltando tale tratto di strada) (foto  A)
-
Strisce pedonali: balza agli occhi la miriade di strisce e spazi di parcheggio sulla piazza di Ala. A Mondrone nemmeno l'ombra pur essendo una via di scorrimento.Siamo  quindi liberi di essere investiti stante la pericolosità dell'attraversamento della strada ! (foto  B)
-
Spazi immondizia: sono ormai passati due anni da quando è crollato il muretto di protezione dei cassonetti:I blocchi di cemento giacciono a terra e la ricostruzione ha da venire!
Il tema immondizia merita inoltre una considerazione in più:le tariffe IMU e TARI sono le più alte delle tre Valli e con il servizio peggiore. (foto  C)   
-
Palo telefonico sulla piazza: il blocco di cemento che sostiene il palo telefonico nel corso dello scorso inverno,forse a causa dello spartineve (spetterebbe verificare) è stato divelto rischiando di far crollare alla prossima botta palo e fili telefonici annessi su tutta la piazza.(foto D  )
-
Ponte del Pianard: come più volte fatto presente il ponte necessita urgentemente di manutenzione finora mai eseguita: (foto E)
-
Ponte della Gorgia: sono ormai anni che il ponte risulta nastrato ( di nastri ne sono rimasti ben pochi) e con l'unica avvertenza di passare con attenzione. Occorre ricordare che trattasi di un'attrattiva turistica e quindi si dovrebbe provvedere con una certa urgenza. Secondo noi il turismo è interesse di "TUTTO" il Comune. Non vorremmo che per non ben definite questioni di sicurezza si giungesse alla chiusura del ponte con prospettiva di "fine lavori mai"! Si rasenta addirittura il ridicolo nel leggere la disposizione dell'ufficio tecnico affissa sul ponte senza numero di protocollo né data (come fa rilevare anche un escursionista anonimo) (foto F)
-
Rio della Chiesa e Rio Chevrè: nell'elenco della pianificazione della manutenzione dei rii risultano completamente esclusi i soli rii di Mondrone. A tal proposito si fanno presenti in particolare per il Rio della Chiesa le condizioni di pericolosità (memori delle disastrose alluvioni degli anni passati) dovute alla crescita a dismisura di alberi e arbusti nell'alveo del torrente, Avvicinandosi il periodo delle piogge in caso di  mancata manutenzione in tempi rapidi ci riserviamo di contattare gli organi competenti ( vigili del fuoco e carabinieri-forestali). (foto G)   
-
Ex  strada delle ville:il nuovo piano regolatore prevede la costruzione di una piazzola al fondo della strada senza sbocco per consentire le manovre di inversione delle auto,dei mezzi di soccorso (ambulanza,vigili del fuoco) e di intervento di pulizia stradale (vedi spartineve) che a tutt'oggi non è stata realizzata. Sulla  strada vi  è un notevole agglomerato di case. Inoltre tale costruzione è prevista anche dal codice   della strada.(foto H)   
-
Ringhiere Rio della Chiesa: non essendo mai stata fatta manutenzione nel corso degli anni e men che meno controlli di sicurezza allo stato attuale sono in parte divelte e in parte pericolanti .(foto I)

SEGUE