Visualizzazione ingrandita della mappa

IN AUTO.   Agg.2009

Per raggiungere l'imboccatura delle Valli di Lanzo si possono percorrere diverse strade.

  • Una prima alternativa è rappresentata dal percorso attraverso la tangenziale: l'uscita utile è quella di Venaria Reale, si svolta a sinistra in Via Garibaldi, per proseguire poi fino alla rotonda imboccando la via principale proseguire dritti  sino arrivare alla rotonda che porta al ponte della Ceronda  si prosegue per la strada principale incontrando altre due rotonde sino ad  imboccare la direttissima per Lanzo detta della Mandria. Dopo circa 25 km. si giunge a Lanzo, sfiorando gli abitati di Robassomero e Cafasse, si prosegue poi sotto la galleria del monte Basso, lasciando l'abitato di Lanzo e il Ponte del Diavolo alla propria destra.
  • Sempre per raggiungere la direttissima di Lanzo si può evitare la tangenziale percorrendo la S.td Altessano che transita davanti allo Stadio delle Alpi, prosegue accanto al centro commerciale, e poi s'immette nel Comune di Venaria in Via Garibaldi, già menzionata nel percorso precedente, e perciò per la restante parte del percorso bisogna ricollegarsi alle indicazioni del n. 1.
  • Altra possibilità, comoda per chi abiti nella zona nord della provincia di Torino (valli del Canavese) è rappresentata dalla direttissima per Caselle, che per chi parte da Torino è percorribile da P.za Rebaudengo (C.so Vercelli, angolo C.so Grosseto) All'uscita per l'Aeroporto di Caselle si prosegue per Ciriè , si evita l'abitato percorrendo la circonvallazione con direzione Mathi Balangero, Lanzo, dove si transita sotto la vecchia galleria, attraversato l'abitato di Germagnano, s'incrocia la SP1 che proviene dalla galleria del Monte Basso al bivio sul ponte per Viù.
  • Qualunque sia il tragitto percorso, superato il bivio dopo la galleria del Monte Basso o della vecchia galleria di Germagnano si prosegue per l'alta valle, attraversato l'abitato di Pessinetto, si giunge al bivio per Mezzenile,si prosegue dritti arrivando ad un secondo bivio(Ceres,  Ala di Stura,  Balme, Piano della Mussa), oppure (Cantoira, Chialamberto,Forno) si prende per Ceres costeggiando la ferrovia  e dopo aver superato i tornanti della stazione ferroviaria , si entra in Ceres, a questo punto si segue la strada che piega a sinistra per la Valle d'Ala.
  • Da Ceres la strada è unica, attraversa le frazioni di Voragno e Brachiello, e raggiunge il Comune di Ala di Stura , si prosegue ancora e si attraversa  Cresto e Martassina, e si giunge finalmente per la nuova variante a Mondrone, la strada prosegue poì per il fondo valle sino a Balme / Pian della Mussa                                                                                                 
                                                                                                                       

                                                                                                                       segue  Con i mezzi pubblici

Prima pagina                                                                                          Home page