Arrivano i "Ttr"
dieci nuovi treni
Per la Canavesana
e la
Torino-Ceres

Dieci nuovi treni, i Ttr, entreranno in servizio a partire dal 2005 su due linee che hanno veramente bisogno di un profondo maquillage: la Canavesana e la Torino-Ceres. "La Regione- dice a Piemonte Paese il vice presidente e assessore ai Trasporti William Casoni - punta sempre di più sul trasporto ferroviario, cercando di incentivarlo e di migliorarlo. Così presentiamo i nuovi treni che, alla fine del 2005, entreranno in funzione sulle linee gestite dal Gtt. Si tratta di un altro passo avanti per accrescere la qualità del servizio ed il comfort dei passeggeri".
Per Casoni la ferrovia deve tornare ad avere un ruolo centrale nel sistema dei trasporti: servono infrastrutture e soprattutto serve la volontà di rilanciare davvero quelle che una volta venivano chiamate le "strade ferrate".
"L'impegno che l'amministrazione regionale sta dedicando alla ferrovie - dice ancora Casoni - è davvero consistente, anche se non tutti i problemi possono essere risolti subito. Comunque, passo dopo passo, ci stiamo impegnando per il rilancio della ferrovia, in quanto riteniamo che bisogna assolutamente limitare l'uso dell'auto privata, favorendo il trasporto collettivo. Viaggiare in treno è comodo, sicuro e rispettoso dell'ambiente. Il rinnovo del parco rotabile è una tappa irrinunciabile verso il miglioramento del servizio, che però passa anche attraverso nuove infrastrutture e orari che soddisfino le esigenze dei viaggiatori".
Tecnicamente i nuovi treni del Gtt sono delle Elettromotrici. Con un finanziamento di 37,5 milioni di euro sono stati ordinati all'Alstom di Savigliano (che si è aggiudicata la gara d'appalto) i primi dieci convogli che dovrebbero entrare in funzione tre la fine del 2005 e il primo semestre 2006. E' prevista inoltre un'opzione per l'acquisto negli anni successivi di altri nove convogli. La cifra complessiva messa a disposizione è di circa 71,2 milioni di euro.
Le nuove vetture Ttr (treno trasporto regionale) saranno contraddistinte dal massimo dell'accessibilità, del comfort e della sicurezza. I nuovi treni saranno caratterizzati dai colori blu e giallo. In particolare la testata e le porte saranno blu, mentre sulle fiancate correrà in alto una striscia gialla e in basso una striscia blu con il bordo giallo. Lunghe 51,90 metri e larghe 2,950 metri, saranno in grado di trasportare un totale di 300 passeggeri. I posti a sedere saranno 145 e un posto sarà riservato ai disabili in carrozzella. I treni, che consentono una facile salita dal marciapiede, saranno dotati di una pedana d'accesso per i disabili in modo da agevolare loro la salita e la discesa dal treno.

Notizia presa dal sito   
http://www.piemontepaese.it/index2.html

Home page