Pattinaggio
Ad Ala di Stura e a Balme si trovano delle piste di pattinaggio sul ghiaccio

Pesca
Una grande estensione delle acque pescabili unita alla varietà del patrimonio ittico fanno di questa zona un vero paradiso per gli appassionati di questo sport. I corsi d'acqua, limpidi e ricchi d'ossigeno, hanno da sempre richiamato numerosi pescatori. Tra le specie presenti due sono le famiglie più rappresentate: quella dei salmonidi e quella dei timallidi. Tra i primi la trota marmorata, la trota fario, la trota iridea, il salmerino alpino e quello di fiume, mentre la famiglia dei timallidi è rappresentata dal temolo.
Lungo la Stura di Ala si pesca da Balme a Ceres e in alcuni dei suoi affluenti (rio Cornetti, rio Busere, rio Croisiasse, rio Almesio, rio Monti).
Sono inoltre presenti numerosi laghi alpini che sono stati ripopolati con salmerini alpini.
Tra questi i laghi:  Lusignetto, Paschiet, Afframont, Verdi e  Mercurin.

Piste di fondo
Il giro della Stura di Ala e la pista di Balme el'anello libero del Pian della Mussa (18 km circa).

Sci
Nei pressi di Ala di Stura si trova una seggiovia che porta a Pian Belfé (1400 m), da cui partono tre sciovie che servono 12 km di piste.
A poca distanza da Balme salgono invece tre sciovie per 7 km di piste che costruite per la prima volta nel 1954
erano state rifatte nella metà degli anni 70 ed erano rimate in funzione sino al 2000

Aggiornamento:
Gli impianti di Ala di Stura malgrado altri e bassi dovute al calo delle presenze e gestioni poco significative e investimenti sbagliati, sono sempre rimaste aperte e negli ultimi anni con la gestione del consorzio maestri di sci sembrano avere riacquistato tenore
Gli impianti di Balme sono chiusi e inutilizzati dal 2000 causa un drastico calo delle presenze anche dovute ad annate con scarsissime precipitazioni nevose, quest'anno 2007 sono iniziati i lavori per la costruzione ex novo degli impianti del Pakinò, entrati in funzione nel l'inverno 2008/2009
La stagione 2008/2009 grazie all'abbondante innevamento(cosa che non si verificava da parecchi anni in valle)è risultata ottima sotto tutti i profili e ha ridato vita ad un turismo invernale che era stato dimenticato, gli impianti di Ala e di Balme hanno funzionato per diversi mesi senza bisogno di ricorrere ad innevamento artificiale.

Prima pagina              Home page                 Segue