La stagione 2003 si apre il 4 agosto con la presentazione del programma manifestazioni si chiariscono alcune mansioni per la buona riuscita della stagione e termina con il tradizionale rinfresco offerto dal Circolo ai partecipanti.
  Poiché le giornate per le manifestazioni si riducono sempre di  più in funzione ai giorni ridotti di permanenza in valle della maggior parte delle famiglie, si inizia subito il 5 agosto con  la giornata del bimbo, la partecipazione di tutti i bambini presenti nel paese (alcuni dei paesi vicini ) con al seguito le relative mamme la rendono assieme alla giornata giochi bimbi che si tiene nella terza decade di agosto(18 agosto), come le  manifestazione più riuscite della stagione estiva.
  Il giorno 6 agosto si è effettuata la gara di pesca(47 partecipanti) e la grigliata frequentata da oltre 140 persone .  Per i giovani i tornei di bidone e pallavolo  hanno avuto la solita numerosa partecipazione di concorrenti e di pubblico
  Il 12 agosto e la volta della Scarpalonga  tradizionale manifestazione di corsa campestre non competitiva giunta alla 29° edizione sempre sul percorso cittadino vista l'impossibilità di ritornare al percorso tradizionale.Vi sono stati 83 iscritti e per le prima volta al posto della medaglia di partecipazione sono state date le magliette con il logo di mondrone. Il trofeo di quest'anno era ancora dedicato alla memoria di Fabio Coscia e viene conquistato da Ezio Sardanapoli (Ala di Stura-iscritto al Circolo Mondronese)che si è aggiudicata la corsa per due volte non consecutive negli ultimi tre anni.
  Il giovedì 14 agosto la tradizionale serata folkloristica, per quanto riguarda il falò visto il perdurare della siccità la Forestale aveva vietato i fuochi, poi  si è giunti ad un accordo e con il vigile controllo degli AIB mondronesi il tutto si è svolto positivamente senza incidenti e con la soddisfazione del pubblico. I responsabili del settore bocce sono ancora riusciti ad organizzare due giornate di gare il 8 agosto Lui&Lei e il 16 agosto la più gettonata baraonda .
  Il 17 agosto la polentata che in pratica chiude la stagione delle manifestazioni, con  buona partecipazione di pubblico, però con qualche polemica che verrà illustrata nel resoconto della assemblea di chiusura.
  Si riprende quest'anno (19 agosto)una tradizione che è lo svolgimento della messa  alla frazione Laietto dopo che il responsabile della chiesetta aveva negli anni precedenti provveduto alla manutenzione e sistemazione del manufatto
  Il 20 agosto si tiene la consueta assemblea di chiusura delle attività estive con l'esposizione da parte del presidente del bilancio e delle attività svolte. Si aprono poi le discussioni e proposte, e a proposito della polentata Valter Facciotto lamenta il fatto che stia diventando solo più una vendita di polenta, visto che la maggior parte delle persone prende la quantità richiesta e la va a mangiare in casa, mentre ritiene che la giornata dovrebbe essere  un momento di aggregazione.
  Il presidente riferisce che ci si attiverà in tal senso proponendo solo più porzioni singole, poi se purtroppo alcuni preferiscono allontanarsi non c'è nulla da fare Cambiando argomento il presidente esprime la soddisfazione per l'accoglimento da parte di tutti di vedere il paese imbandierato e si impegna per l'anno prossimo ad aumentare  il numero di bandierine. Si ringrazia Ferruccio Solero per avere dato la disponibilità dell'ex emporio, adibito per l'estate in sala di lettura e biblioteca gestita con impegno da Rosanna Castagneri. Si parla anche di un eventuale acquisto di una tensostruttura, discorso per il momento non pare attuabile. Marco Visentin chiede su come si utilizzerà l'attivo del bilancio e a tal proposito si riparla del campo da calcio sempre in condizioni precarie e Marco Rosa che si era impegnato ad interessarsi riferisce che i lavori dovranno essere abbinati ad interventi per la pista di fondo o durante la ricostruzione del ponte del Pianard, ciò per non danneggiare i prati e per limitare i costi ( 2.500,00 euro stanziati il precedente anno)
  Il presidente invita e ricorda di visitare il sito di Mondrone  www.mondrone.it
  Si riconferma presidente Bruno Coscia,vice Pinuccio Colombo,segretaria Franca Ferrone. Gli iscritti al Circolo risultano 81 e il bilancio porta ad un saldo attivo di Euro 5.259,30. Ci si da appuntamento per il pranzo sociale  il 30 Novembre ad Ala di Stura presso Gran Hotel Vannelli.

Home page                Indice                      Precedente              Segue